Il mercato immobiliare in Italia all’inizio del 2017 sta mostrando segnali positivi, in particolare nel settore del immobiliare di lusso. Secondo il rapporto compilato da Nomisma in collaborazione con Santandrea per il secondo semestre 2016 e il primo trimestre del 2017, si è verificato un aumento nella richiesta di immobili di lusso, mentre i prezzi sono diminuiti del 10 – 15% rispetto al prezzo originale.

A Milano, in pieno centro, nei pressi del Quadrilatero della moda, il prezzo al metro quadro varia da 11 000 a 13 000 euro per un immobile nuovo o ristrutturato, da 9 0000 a 11 000 euro al metro quadro per le case secondarie.

Le più richieste nel centro di Milano rimangono le zone di Brera, Castello, Indipendenza, in particolare appartamenti di 180 – 220 metri quadrati ai piani superiori con terrazzo e vista, portineria, posto auto. Al contrario, gli appartamenti ai piani inferiori, senza balcone, con finestre che si affacciano sulla strada, nonostante la loro posizione centrale sono, più difficili da vendere e con la differenza tra il prezzo richiesto e venduto che arriva oltre il 20 percento.

Rimane forte la domanda di proprietà in prossimità di Milano, in particolare a Como e il Lago Maggiore con viste panoramiche.

Nel cuore di Roma la situazione è simile a quella di Milano. Il prezzo degli immobili di lusso nel centro e nei quartieri Parioli, Prati, Aventino oscilla tra 9.000 e 12.000 euro al metro quadro per le abitazioni nuove e rinnovate, e 7000-10 000 per i immobili secondari. Fu registrato un incremento del 2,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente sulla richiesta di attici e appartamenti con vista panoramica. La liquidità media del mercato varia da 4 mesi dopo la messa in vendita di immobili nella zona dell’Aventino fino a 10 mesi per l’immobiliare dei Parioli. I prezzi realizzati sono in media inferiori del 10% a quanto inizialmente richiesto.

Le ville vicino a Roma, nella zona di Olgiata e nord di Roma, così come al sud Fregene, Casalpalocco, rimangono molto richieste soprattutto se di nuova costruzione o rinnovate, con la differenza tra il prezzo richiesto e quello di vendita fino al 15%.

Sulla base dei dati, che indicano la crescente domanda di abitazioni di qualità e un aumento delle vendite, le previsioni per il 2017 del mercato immobiliare a Roma e Milano sono molto positive, portando ad una stabilità dei prezzi da lungo attesa.